Testimoni e collaboratori di giustizia: uomini, donne e loro familiari in prima linea contro le mafie

Passiamo all'altra riva lun 23 maggio 2022
Attualità di Dalila Catenaro
2min
Uniti contro le mafie ©TermoliOnLine
Uniti contro le mafie ©TermoliOnLine
L'intervista al presidente della commissione parlamentare antimafia Nicola Morra

TERMOLI. "Passiamo all’altra riva”: Collaboratori e testimoni di giustizia: uomini, donne e loro familiari in prima linea contro le mafie. Questo è il titolo della tavola rotonda che si è tenuta al cinema Oddo.

L'incontro di sabato pomeriggio al cinema Oddo, voluto da don Benito Giorgetta, segue la serie di iniziative partite con la pubblicazione del libro-intervista, che ha la prefazione del Papa e la postfazione di don Luigi Ciotti, presentato a Termoli lo scorso 8 aprile.


I relatori del convegno -oltre il padrone di casa, don Benito Giorgetta- sono stati: il dottor Luigi Gaetti, presidente onorario associazione “Sostenitori dei collaboratori e testimoni di giustizia” ed ex presidente della commissione centrale di protezione; il dottor Antonino Bartuccio, ex sindaco di Rizziconi in provincia di Reggio Calabria e da otto anni testimone di giustizia; il professor Vincenzo Musacchio, giurista e docente di diritto penale, analista specializzato in tecniche di lotta alla criminalità organizzata e alla corruzione, oltre che presidente e direttore scientifico dell’Osservatorio antimafia del Molise; il professor Nicola Morra, presidente della commissione parlamentare antimafia; e Luigi Bonaventura, collaboratore di giustizia.


Ha moderato questa tavola rotonda il dottor Daniele Colucci, magistrato.

Dopo i saluti istituzionali del presidente del consiglio comunale, l’avvocato Annibale Ciarniello e i saluti di don Benito Giorgetta si è entrati nel vivo dell’incontro. Don Benito ha letto una lettera -durante i suoi saluti- mandata da Luigi Cassio Telesforo Dipace, presidente dell’associazione: “I cittadini contro le mafie e la corruzione”, che ha mandato un saluto ai relatori e al pubblico presente, data l’assenza al convegno.


Assente per impegni istituzionali il dottor Nicola Zupo, direttore del servizio centrale di protezione, di cui è stato letto un messaggio.

Toccante l’intervento del dottor Bartuccio che ha commosso l’intera platea presente in sala, con la sua profonda testimonianza e quella della sua famiglia. Una testimonianza fatta di coraggio e cambiamento e come ogni cambiamento comporta inevitabilmente grandi sacrifici. Un racconto di speranza, per tanti che come lui hanno dovuto affrontare un dramma simile. Bartuccio, un uomo al servizio della sua comunità e della sua città, che da un giorno all’altro cambia radicalmente la sua esistenza e la quotidianità della sua famiglia diventando un testimone di giustizia.


Il focus si è tenuto alla vigilia del trentennale della strage di Capaci, che portò alla morte del giudice Giovanni Falcone, di sua moglie, il magistrato Francesca Morvillo e dei tre agenti della scorta. Un incontro che ha sollevato e disvelato diverse testimonianze dei vari relatori, sulle difficoltà e sulle modalità con cui si combatte il fenomeno mafioso.


Poi la denuncia a gran voce e lo sfogo di Luigi Bonaventura, che è intervenuto come ultimo ospite. Bonaventura ha parlato della difficoltà delle famiglie dei collaboratori di giustizia, che vivono un calvario quotidiano, fatto di incomprensioni e di rinunce.


In conclusione dei lavori, don Benito ha ringraziato i relatori e il pubblico presente in sala. Ricordando sempre, quanto sia difficile passare all’altra riva e di quanto coloro che accettano questo nuovo percorso, debbano sempre essere accolti e protetti.


Galleria fotografica

TermoliOnline.it Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 02/2007 del 29/08/2007 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Emanuele Bracone

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Termolionline.it. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione