Criminalità foggiana e basso Molise, lanciato l'ennesimo allarme

ven 14 gennaio

L’Associazione Antimafia “Antonino. Caponnetto” chiede maggiore attenzione da parte delle istituzioni

Cronaca di La Redazione
1min
Uno degli ultimi attentati a San Severo ©Termolionline
Uno degli ultimi attentati a San Severo ©Termolionline

BASSO MOLISE. La vicinanza tra i territori della provincia di Foggia e il basso Molise, confinanti, rappresenta un pericolo costante per i rischi di infiltrazione malavitosa, come peraltro ampiamente denunciato nel corso degli ultimi anni. «L’Associazione Antimafia “Antonino. Caponnetto” Molise esprime profonda preoccupazione per l’escalation della criminalità nella vicina provincia di Foggia, a confine con il Molise, dove dall’inizio dell’anno giungono notizie inquietanti a causa di continue esplosioni di bombe presso attività commerciali, fatti analoghi a quelli che, in un recente passato, hanno colpito anche il Basso Molise.

L’ Associazione, chiede che il Governo manifesti maggiore attenzione e agisca con maggiore incisività contro una delle realtà malavitose tra le più pericolose del mosaico criminale italiano, anche istituendo una sezione distaccata della Dda nella Provincia di Foggia, per meglio combattere la pericolosa deriva criminale in atto. Rileva inoltre, che non è il solo territorio foggiano in pericolo per la tenuta della sicurezza pubblica, atteso che le infiltrazioni criminali di questa sempre più potente mafia, da tempo, stano guardando con interesse al Basso Molise, in particolare, lungo la costa, nel settore del turismo e in quello immobiliare, come risulterebbe da acquisizioni che avrebbero interessato anche personaggi vicini a nomi di spicco della società criminale foggiana (e opportuno risulterebbe acquisire gli elenchi delle transazioni notarili registrate). A ciò si aggiunge la presenza di soggetti che scelgono il Basso Molise per espiare pene o altre misure domiciliari e le recenti operazioni di Carabinieri e Polizia che hanno portato all'arresto di personaggi che avevano scelto il Molise come sede della loro latitanza.

L’Associazione Antimafia “Antonino Caponnetto” non può quindi, in tale contesto che tornare ad invocare approfondite indagini patrimoniali su larga scala, ribadendone il carattere di unico strumento per sconfiggere eventuali impennate di infiltrazioni criminali sul territorio molisano».

Ti potrebbero interessare

TermoliOnline.it Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 02/2007 del 29/08/2007 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Emanuele Bracone

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Termolionline.it. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione