Evasori, spacciatori e furbetti allo scoperto: tutti i numeri della Guardia di Finanza in Molise

L'anniversario gio 23 giugno 2022
Cronaca di La Redazione
4min
Evasori, spacciatori e furbetti allo scoperto: tutti i numeri della Guardia di Finanza in Molise ©TermoliOnLine
Evasori, spacciatori e furbetti allo scoperto: tutti i numeri della Guardia di Finanza in Molise ©TermoliOnLine

CAMPOBASSO. Nella serata odierna, presso la sede del Comando Regionale Molise della Guardia di Finanza, è stato festeggiato il 248° anniversario di fondazione del Corpo.

Le celebrazioni hanno avuto inizio con la resa degli onori ai Caduti della Guardia di Finanza e la deposizione di una corona di alloro presso la lapide dedicata alla memoria del Finanziere molisano Antonio Zara, insignito della Medaglia d’Oro al Valor Militare, caduto nell’adempimento del dovere il 17 dicembre 1973 presso l’aeroporto di Fiumicino. Presenti i familiari del Finanziere Antonio Zara e delle “Vittime del Dovere” molisane.

La cerimonia, che ha visto la partecipazione delle massime Autorità civili, militari e religiose della Regione, di una rappresentanza composta da militari in servizio e in congedo nonché dai membri dell’Organo di rappresentanza militare, è proseguita con la lettura del messaggio augurale del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella e dell’ordine del giorno del Comandante Generale della Guardia di Finanza, Generale di Corpo d’Armata Giuseppe Zafarana.

Successivamente, il Comandante Regionale Molise, Generale di Brigata Salvatore Refolo, ha pronunciato una breve allocuzione durante la quale, fra l’altro, ha inteso ringraziare le Fiamme Gialle molisane per l’impegno quotidianamente profuso, a tutela degli interessi economico-finanziari dello Stato e della legalità, esortandole nel contempo, a proseguire con tenacia nell’azione di vigilanza nei diversi settori della mission istituzionale.

La cerimonia si è conclusa con la consegna delle ricompense di ordine morale ai militari che si sono maggiormente distinti nell’adempimento delle molteplici attività di servizio.

Di seguito si riportano i risultati ottenuti dai Reparti del Comando Regionale Molise nel periodo 1° gennaio 2021 al 31 maggio 2022.

Nel 2021 e nei primi cinque mesi del 2022, sono stati eseguiti 4.210 interventi ispettivi e 1.284 indagini per contrastare gli illeciti economico-finanziari e le infiltrazioni della criminalità nell’economia: un impegno “a tutto campo” a tutela di famiglie e imprese, destinato ad intensificarsi ulteriormente per garantire la corretta destinazione delle risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Sono stati individuati 45 evasori totali, ossia esercenti attività d’impresa o di lavoro autonomo completamente sconosciuti al fisco, e 134 lavoratori in “nero” o irregolari. I soggetti denunciati per reati tributari sono stati 145.

I 53 interventi in materia di accise e a tutela del mercato dei carburanti hanno permesso di sequestrare oltre 27 tonnellate di prodotti energetici I controlli e le indagini contro il gioco illegale hanno permesso di scoprire e verbalizzare 4 soggetti, di cui 1 denunciato all’Autorità giudiziaria. L’impegno a tutela della corretta destinazione delle misure introdotte dalla legislazione emergenziale non ha riguardato solo i bonus fiscali ma anche i contributi a fondo perduto e i finanziamenti bancari assistiti da garanzia. I controlli eseguiti hanno portato alla denuncia di 55 persone per l’indebita richiesta o percezione per circa 5 milioni di euro.

Complessivamente, gli interventi in materia di spesa pubblica sono stati 1.014, cui si aggiungono 163 indagini delegate dalla magistratura nazionale ed europea (Eppo): 541 soggetti sono stati denunciati e 61segnalati alla Corte dei conti per danni erariali pari a oltre 122 milioni di euro. Le frodi scoperte in materia di fondi strutturali e di spese dirette gestite dalla Commissione europea ammontano a oltre 7 milioni, mentre quelle relative alla spesa previdenziale e assistenziale raggiungono quasi 194.000 euro.

I controlli sul reddito di cittadinanza, svolti in collaborazione con l’Inps, hanno riguardato, in maniera selettiva, soggetti connotati da concreti elementi di rischio. Nel complesso, sono stati scoperti illeciti per 4,5 milioni – di cui 2,3 milioni indebitamente percepiti e 2,2 milioni fraudolentemente richiesti e non ancora riscossi – e sono state denunciate 370 persone.

Un impegno importante è stato dedicato al controllo degli appalti, anche in ragione del ruolo che rivestiranno tali procedure nell’ambito del Pnrr, in vista del quale la Guardia di finanza sta affinando strumenti di analisi e moduli operativi, in collaborazione con tutte le Amministrazioni responsabili della gestione e dell’attuazione dei progetti e degli investimenti. Le persone denunciate per reati in materia di appalti, corruzione e altri delitti contro la Pubblica Amministrazione sono state 41. Il valore delle procedure contrattuali risultate irregolari, in quanto interessate da condotte penalmente rilevanti, è stato di oltre 20 milioni. In materia di riciclaggio e autoriciclaggio sono stati eseguiti 13 interventi, che hanno portato alla denuncia di 24 persone, e al sequestro di beni per un valore di 195.000 euro. Sono state analizzate 185 segnalazioni di operazioni sospette. In applicazione della normativa antimafia, sono stati sottoposti ad accertamenti patrimoniali 108 soggetti.

Ulteriori 1.054 accertamenti sono stati svolti su richiesta dei Prefetti, la maggior parte dei quali in funzione del rilascio della documentazione antimafia. Il contrasto al narcotraffico, anche via mare, ha portato all’arresto di 16 soggetti e al sequestro di quasi 290 chilogrammi di sostanze stupefacenti. Sul versante della contraffazione sono stati eseguiti oltre 103 interventi, sottoponendo a sequestro 1.083.638 di prodotti industriali contraffatti, con falsa indicazione del made in Italy e non sicuri. Denunciati 46soggetti. L’attività del Corpo a tutela dei consumatori è stata orientata anche al contrasto dell’illecita commercializzazione dei dispositivi di prevenzione del contagio, con il sequestro di 731.261 mascherine e dispositivi di protezione individuale e la denuncia di 3 soggetti per frode in commercio, vendita di prodotti con segni mendaci, contraffazione, ricettazione e truffa.

Nel periodo dell’emergenza sanitaria, unitamente alle altre Forze di Polizia, è stata assicurata l’attuazione delle misure di contenimento della pandemia eseguendo diversi controlli, all’esito dei quali 142 soggetti sono stati sanzionati e 4 denunciati. Prosegue la collaborazione con l'Agenzia europea Frontex ai fini della vigilanza dei confini esterni dell’Unione Europea attraverso l’International Coordination Centre di Pratica di Mare con l’operazione “Poseidon 2021”, finalizzata al contrasto dell’immigrazione irregolare e dei crimini transfrontalieri via mare. Unità navali velocissime sono state impegnate nell’ambito della suddetta operazione presso le Isole Greche per supportare e assistere le autorità locali nel controllo dei confini marittimi.

Sono stati inoltre effettuati 517 controlli di polizia nei confronti di altrettante unità navali di varia tipologia. 

Galleria fotografica

TermoliOnline.it Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 02/2007 del 29/08/2007 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Emanuele Bracone

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Termolionline.it. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione