Scrivere la tesi: le regole da seguire prima di iniziare

gio 12 maggio 2022
Dal web di La Redazione
2min
Scrivere la tesi: le regole da seguire prima di iniziare ©TermoliOnLine
Scrivere la tesi: le regole da seguire prima di iniziare ©TermoliOnLine

Pochi periodi sono intensi come quelli che precedono la stesura di una tesi di laurea. Si conclude così un cammino formativo triennale o magistrale che a prescindere dalle discipline studiate è sempre particolarmente impegnativo. Le scelte dell’argomento e dei relatori, che avvengono generalmente prima dell’ultimo esame sostenuto, sono tra le prime incombenze preliminari.

Concluse tutte le fasi preparatorie, non resta che iniziare a scrivere. Per farlo in maniera corretta il testo richiederà il rispetto di convenzioni imprescindibili. Conoscere questi criteri prima di iniziare la stesura permette di risparmiare del tempo prezioso evitando spiacevoli sorprese. Sono questi gli oggetti del contributo mentre la conclusione è interamente dedicata al rischio del plagio e alle modalità più idonee per evitarlo.

Mappa concettuale e scelta del materiale

La scelta di un tema per la tesi di laurea non è sufficiente per avviare l'elaborato. Perché l’idea prenda forma deve essere seguita dalla compilazione di una mappa di argomentazioni che si intendono trattare. Meglio sarebbe suddividere subito questi argomenti in titoli per futuri capitoli e paragrafi perché in questo modo sarà più semplice reperire il materiale necessario.

Se è vero che la tesi di laurea è espressione della maturità dello studente nell’approcciarsi a una materia, essa non può prescindere dalla scelta di testi dall’autorevolezza scientifica riconosciuta. Un punto di partenza per procurarsi il materiale potrebbe essere quello di seguire le bibliografie di libri già in possesso. Sono normalmente compresi i manuali, i saggi ma anche i periodici e le sitografie. Tutto questo andrà in seguito a formare la bibliografia del lavoro svolto.

Impostazione editoriale e norme stilistiche

L’impalcatura di una tesi comprende sia elementi indispensabili che facoltativi. È essenziale redigere un frontespizio con i dati del candidato, quelli dell’università, il titolo della tesi e i nomi dei relatori. Segue un indice e una introduzione che serve a presentare il proprio lavoro. Dopo la stesura vera e propria sarà necessario aggiungere un apparato di note, una conclusione, la bibliografia ed eventuali appendici.

Non è necessario adeguarsi a una formattazione particolare per il testo anche se le norme generali delle cartelle editoriali sono preferibili. Per lo stile è da privilegiare un criterio univoco basato sulla presentazione di tesi e antitesi. La scelta di un metodo deduttivo consente di utilizzare al meglio il materiale studiato. Un’ultima ma fondamentale criticità è rappresentata da tutto ciò che il laureando non ha scritto di suo pugno.

Come evitare il plagio

Si commette plagio quando non si attribuisce espressamente del testo al legittimo autore. Nel caso della tesi di laurea i docenti universitari accettano subito solamente gli elaborati che presentano un livello di plagio non superiore al 10%. Al di sopra di questa percentuale verranno richiesti dei cambiamenti e nei casi più gravi il testo verrà rifiutato. La rimozione del plagio nella tesi è essenziale prima di presentarla. Ma come fare? Togliere manualmente le frasi "a rischio" resta la soluzione più sicura così come segnalare le citazioni con chiarezza staccandole dal testo usando il corsivo o mettendole tra virgolette.

Quando non si riesce a svolgere questo compito da soli per mancanza di tempo o altro si può usufruire di un servizio esterno come quello proposto dal sito NoPlagio.it. Per evitare disagi o rinvii sul conseguimento della laurea è infatti necessario un lavoro lungo e molto accurato sul testo che controlli le modalità di citazione e spesso modifichi interi periodi.

TermoliOnline.it Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 02/2007 del 29/08/2007 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Emanuele Bracone

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Termolionline.it. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione