Perché dare più possibilità al solitario

In gioco lun 14 novembre 2022
Dal web di La Redazione
2min
Perché dare più possibilità al solitario ©TermoliOnLine
Perché dare più possibilità al solitario ©TermoliOnLine

Vi è mai capitato di prendere sotto gamba il solitario? Se l'avete fatto ecco qualche ragione per farvi cambiare opinione!

Si tratta di uno dei giochi di carte più conosciuti ed immediati al mondo

Come facilmente intuibile il solitario è forse uno dei giochi di carte più facilmente riconoscibili al mondo in grado di impegnare il giocatore in una sfida che miscela sapientemente fortuna, bravura e statistica.

L'obiettivo sarà quello di ordinare correttamente le carte a disposizione del giocatore badando bene che queste ultime, più che tra i semi come i canonici fiori, quadri, cuori e picche, vengano disposte dalla più alta alla più bassa alternando i colori.

Per fare un esempio pratico, o un ripasso molto veloce per chi non ci giocasse da un bel po' di tempo, si dovrà partire dal K, fargli seguire la Q ed il J e poi scalare dal dieci all'uno che qui è “rappresentato” dall'asso. Una volta terminate le carte a disposizione si avrà vinto!

Il gioco perfetto per staccare un po', ma non troppo

Come avrete potuto facilmente intuire, per giocare a solitario non serve avere una mente “allenata” e “rapida” come in altri giochi di carte più blasonati, un buon esempio è il poker, tanto che ci si potrà dilettare in qualche partita giusto per distendere i nervi.

Visto il meccanismo molto intuitivo, sarà dunque come far fare una pausa alla propria mente, ma non del tutto perché rimarrà sempre attiva. Non andrà quindi ad “impigrirsi”, ma diciamo che imposterà una modalità molto più “soft” durante le sue normali attività.

Chi gioca a solitario dal computer infatti, per aumentare la qualità della sfida regola la difficoltà verso il massimo oppure imposta un timer mentre, chi preferisce una partita meno impegnativa, spesso ci gioca mentre ascolta un po' di musica o guarda un film.

È davvero economico e non richiede troppo spazio

Il solitario è poi, oltre uno dei giochi di carte più conosciuti al mondo, anche uno dei più economici poiché richiede soltanto un mazzo di carte e niente di più. Se lo si gioca dal vivo basterà semplicemente un tavolo mentre, se lo si fa da computer, smartphone o tablet, lo schermo di questi dispositivi sarà più che sufficiente per godersi qualche partita in santa pace.

Lo si può portare ovunque ed è quindi il gioco perfetto per ingannare il tempo durante una lunga attesa oppure, come già detto qualche riga fa, per far lavorare un po' la mente.

Stanco delle solite carte? Prova queste due variabili!

Naturalmente può capitare che chi stia giocando a solitario, sia con le carte tradizionali che con quelle virtuali, potrebbe stancarsi e decidere di passare ad un altro gioco che mantenga più o meno gli stessi “principi di base”.

Ma questo non sarà un altro gioco di carte, bensì di tessere et similia. Per intenderci lo stile di gioco del solitario è riscontrabile sia nella sua variante nel Mah Jong, il tradizionale gioco di tessere cinese, che nel Solitario della Bastiglia, qui si gioca con delle palline in una piccola plancia di legno.

TermoliOnline.it Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 02/2007 del 29/08/2007 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Emanuele Bracone

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Termolionline.it. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione