Proposte particolari per superare i casting, lo sfogo di Gabriele

La storia lun 31 gennaio 2022
Esclusiva di Chiara Gabriele
3min
Gabriele Giaquinto ©Personale
Gabriele Giaquinto ©Personale

TERMOLI. TERMOLI. Ha degli amici nel Molise e attraverso loro ha scoperto anche la nostra testata, oltre al territorio e la sua comunità. Da qui l’istanza di poter raccontare a Termolionline la sua vicenda, seppure il protagonista è di origini campane.

Oggi vogliamo raccontare la storia di Gabriele Giaquinto, fotomodello e ragazzo immagine italo-brasiliano. “Mi chiamo Gabriele Giaquinto, sono di origini brasiliane, ma sono stato adottato da una famiglia italiana, da 16 anni, insieme ai miei fratelli”, precisa il ventunenne, che attualmente, vive con la sua famiglia in Campania. Gabriele, che di professione fa il cameriere e allo stesso tempo è un modello e lavora anche nel mondo dello spettacolo, è anche un influencer. Gabriele è un ragazzo umile e molto sensibile - ha avuto sempre un sogno, fin da ragazzino, lavorare nel mondo della moda e dello spettacolo. Ha partecipato sin da subito a numerosi casting, riuscendo ad inserirsi in quel mondo, salendo anche sul podio in alcuni concorsi di bellezza. La voce del giovane fotomodello, fa trasparire un velo di amarezza misto a tristezza, facendo intuire che questo lavoro, da lui tanto desiderato e sognato, si sia in qualche modo interrotto. Questa interruzione forzata ha un perché, così abbiamo deciso di raccogliere la sua testimonianza, su quel mondo tanto ambito, ma così controverso e difficile. “Dopo tanto tempo, mi sono deciso a parlare e raccontare quello che mi è successo, e vorrei lanciare anche un messaggio”.

“Oggi sento la necessità di raccontare tutta la verità, perché sono stato molto male, addirittura sono stato minacciato anche di morte da persone che magari non accettano etnie diverse, sfociando anche nel vero razzismo. Ormai è da tempo che ricevo insulti sul mio aspetto fisico e sul mio colore della pelle, insulti dai social che possono veramente ucciderti”. Prosegue Gabriele:

“Dai social poi si sono rivelati stalker, avevo paura persino di uscire a andare a mangiarmi una pizza con amici, ho vissuto momenti bruttissimi, ancora oggi ho paura di mettermi di nuovo in gioco perché purtroppo non credo nemmeno più in me stesso”.

“Sono arrivato a farmi quasi del male per poi iniziare a non mangiare più e avere la convinzione che io non sono adatto più per questo mondo”.

“Mi guardo allo specchio e inizio a piangere ,inizio a farmi mille domande sul perché non vengo accettato”.

“Ho pensato mille modi per provare a cambiare il colore della mia pelle, ho chiesto persino informazioni, se ci fossero metodi efficaci , ma ho capito che il problema non sono io. Sto cercando di iniziare da capo e di riprendere tutte quelle proposte e offerte che purtroppo ho dovuto rifiutare, ho paura di non essere più adatto al lavoro che facevo , il modello, di non essere preso perché sono di colore , magari penso che quelli come me sono stati più fortunati o anche perché sono più di carattere forte”.

“Il mio messaggio è di crederci fino in fondo nel vostro sogno e di non farvi intimorire da maniaci che tendono a bloccarvi su qualsiasi cosa, bullizzandovi o magari facendovi anche body shaming”.

“Piano piano riprenderò la mia vita di sempre e cercherò di non leggere commenti di odio bensì quelli di incoraggiamento e positivi!".

“Le ferite se ne andranno e diventerò una nuova persona capace poi di perdonare e di ritrovare di nuovo me stesso al di là dei pregiudizi”.

Questa che vi abbiamo raccontato è una storia molto dolorosa, si tratta purtroppo di un buio capitolo nella vita di Gabriele Giaquinto, che molti conoscono come Mr. Campania. Il giovane modello è vittima di alcuni bulli che da tempo lo tormentano sui social.

A raccontare questa triste storia è lo stesso Gabriele che ha deciso di rendere pubblico l’incubo in cui si trova da diversi mesi. A quanto pare è seguito e preso di mira da alcuni haters che sui social lo insultano con frasi razziste e persecutorie.

Sguardo tenebroso, fascino sudamericano, Gabriele Giaquinto ha vissuto sulla sua pelle le vili offese dei bulli e ancora oggi porta le cicatrici di quegli attacchi razzisti che non gli hanno permesso di vivere un’adolescenza serena.

Dopo tanto livore Gabriele spera di realizzare le sue aspirazioni artistiche: “Vorrei presentare un programma televisivo tutto mio sul tema bullismo e sul concetto razziale oltre a scrivere un libro sulla mia storia”.

TermoliOnline.it Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 02/2007 del 29/08/2007 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Emanuele Bracone

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Termolionline.it. 2022 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione