Sanità e Zes Adriatica nell'intervento di Toma in Consiglio regionale

Emiciclo mar 24 gennaio 2023
Politica di La Redazione
2min
Donato Toma ©Termolionline
Donato Toma ©Termolionline

CAMPOBASSO. Nella mattinata di oggi, martedì 24 gennaio si è tornato a riunire il Consiglio regionale del Molise che ha approvato a maggioranza, con un astenuto, la Mozione, a firma dei Consiglieri Primiani, Nola, De Chirico, Manzo, Greco e Fontana, avente ad oggetto "Servizio diagnostico per immagini".

Ha illustrato l’atto di indirizzo il primo firmatario, Primiani, sono seguiti gli interventi per dichiarazione di voto del Consigliere Greco e del Presidente della Giunta Toma.

Con il provvedimento assunto il Consiglio impegna il Presidente della Regione, anche mediante interlocuzione con il Direttore generale dell’ASReM, a individuare il numero di tecnici e medici radiologici idoneo ad assicurare il servizio diagnostico senza soluzione di continuità; sollecitare il DG, nell'ambito del Piano Triennale del fabbisogno, a predisporre con urgenza bandi assunzionali volti al reperimento del personale in ambito tecnico radiologico necessario ad assicurare il servizio nell’ambito delle strutture pubbliche; attivare i procedimenti necessari ad accedere alle risorse del PNRR specificatamente previste per il rinnovamento e l’acquisto delle strumentazioni necessarie ad ampliare l’offerta del servizio sul territorio.

Nelle interrogazioni poste al presidente Toma, sono venute fuori le questioni riguardanti il Gemelli Molise, la Zes Adriatica e la Legge Quadro.

«Le strutture private non possono prescrivere alcune prestazioni, nello specifico radioterapia- ha spiegato nel suo intervento il presidente Donato Toma- Gemelli non ha un medico accreditato, e abbiamo dato atto di ritirare tutti i ricettari pubblici. Per i malati oncologici non cambia nulla e i tempi sono già prescritti dalla normativa così come le urgenze. Non è un’iniziativa commissariale ma un dovere e il tutto deriva da un parere rilasciato dal Ministero della Salute che ci dice che “Gemelli Molise non può fare prescrizioni su ricettari”.

Per quanto riguarda la Zes, c’è un decreto ministeriale che è passato in conferenza delle regioni, e tutti noi ci aspettavamo che fosse velocemente firmato compreso il commissario Guadagnolo. La firma non mi risulta avvenuta, a meno che non sia stata messa nei giorni scorsi, e l’attendiamo tutti con molta ansia. Se non arriverà nel giro di 10 giorni, la solleciteremo. La regione Molise per i contratti di sviluppo accompagna le imprese che fanno richiesta al Mise e a Invitalia e per questo noi siamo attori. La Zes incidentale sui contratti di sviluppo, nel senso che il commissario Zes non ha nessuna competenza sui contratti di sviluppo. Non sono 7 contratti ma in pectore ne sono molti di più perché abbiamo avuto altre richieste. Gli emendamenti sono 2 che ho concordato con il senatore Lotito. 

La rateizzazione del debito Inps e il ripianamento a 30 anni. Mi auguro che passi l’emendamento e non ritengo che siano incostituzionali perché non andiamo contro l’articolo 81. Ci auguriamo che l’emendamento Molise venga approvato come per la regione Sicilia. Avevo già individuato qual era il problema circa 3 anni fa ma non ho avuto supporto. Non posso costringere gli assessori a prendere queste responsabilità. 

Per quanto riguarda la legge Quadro, ieri c’è stata qualche complicazione in Corte dei Conti e mi riservo della migliore valutazione che la Corte dei Conti ha stabilito ieri. La norma non fu osservata dal Governo a suo tempo e mai dalla Corte dei Conti. Dò atto al Movimento 5 stelle che quella norma era da eliminare poiché incostituzionale. “Tu non puoi arrivare dopo 10 anni e dire questa norma è incostituzionale e non si può applicare”. Tu hai tenuto 10 anni in piedi una questione, avete controllato per 10 anni questa regione e quando dovevi impugnare hai impugnato senza pietà e oggi arrivare a dire questo crea problemi».

TermoliOnline.it Testata giornalistica

Reg. Tribunale di Larino N. 02/2007 del 29/08/2007 - Num. iscrizione ROC:30703

Direttore Responsabile: Emanuele Bracone

Editore: MEDIACOMM srl
Via Martiri della Resistenza, 134 - 86039 TERMOLI(CB)
P.Iva 01785180702

© Termolionline.it. 2023 - tutti i diritti riservati.

Realizzato da Studio Weblab

Navigazione